Progetti incompleti
Scuola primaria

... quel ramo del lago di Como

3B - 3C

Scuola primaria G.Rodari

Vedi elaborato

Descrizione progetto:

Realizzazione di un plastico del territorio di Olginate che incastonasse tra monti e lago, le rielaborazioni in 3D dei dati forniti ai bambini dall'ISTAT, realizzate attraverso l'uso dei mattoncini LEGO.

Percorso didattico:

concorso assieme a tanti bambini come noi, appartenenti a diverse provincie italiane. Il nostro viaggio è partito da molto lontano, ci siamo dovuti approcciare ad un mondo molto difficile ma affascinante: quello della statistica. Abbiamo imparato a fare indagini e a registrare i dati per far sì che poi siano chiari per chiunque debba leggerli, ed abbiamo anche imparato a realizzare dei grafici , sia a mano che con il pc. Giorno dopo giorno le nostre conoscenze si sono fatte più solide come il nostro fascicolo di “ statistica” dove abbiamo registrato i nostri lavori e le nostre indagini. Poi abbiamo iniziato a conoscere lo strumento del censimento, la sua storia, la sua evoluzione e le sue potenzialità, come strumento per migliorare la vita di tutti noi. Abbiamo analizzato le tabelle che ci sono state fornite e sono stati molti i momenti di riflessione… abbiamo guardato dei video davvero interessanti e abbiamo scoperto che siamo in una fase di profondo cambiamento. Ci siamo immedesimati nei bambini che non potevano frequentare la scuola prima del 1923, ed abbiamo scoperto che forse non erano tanto fortunati come abbiamo in un primo momento pensato… Abbiamo scoperto che ci sono più donne che uomini, mentre nelle nostre classi i maschi sono il doppio delle femmine, ci siamo meravigliati quando abbiamo scoperto che gli italiani usano i nomi dei figli dei calciatori quando devono battezzare i propri. Infine abbiamo scelto l’ambito “ Ambiente e territorio”, dentro cui elaborare il nostro progetto, perché ben si sposava al lavoro svolto quest’anno sull’educazione ambientale e la raccolta differenziata svolto in scienze e ci permetteva anche di collegarci allo studio del nostro bellissimo territorio affrontato in geografia. Abbiamo cercato approfondimenti relativi nello specifico alla nostra provincia e abbiamo confrontato quanto emerso in riferimento ai dati forniti, cercando una coerenza tra le differenti fonti utilizzate. Abbiamo letto i dati, analizzato le tavole, fatto delle riflessioni in gruppo e, infine rielaborato i dati sottoforma di istogrammi, che ci permettevano visivamente, di essere più consapevoli di quanto riportato nelle tabelle. E poi è arrivata l’idea della nostra maestra, a cui non piacciono le cose semplici: realizzare un plastico del territorio in cui viviamo: quello splendido “ ramo del lago di Como..” incastonato dentro ad una corona di splendidi monti, nel quale inserire i dati che avevamo rielaborato , utilizzando uno dei giochi più diffusi tra noi bambini cioè i mattoncini colorati. Per rappresentare il nostro territorio è stato necessario prima osservarlo e conoscerlo attraverso un’indagine geografia e tramite la lettura di stralci di opere letterarie famose come “I promessi sposi” o popolari e dialettali. Un viaggio tra presente e passato, tra scienza e fantasia, tra letteratura e matematica… Abbiamo documentato e presentato il nostro percorso interdisciplinare attraverso un documento in Power Point in cui abbiamo sperimentato i primi rudimenti di questa applicazione. E’ stato un lavoro difficile, lungo ed abbiamo temuto più volte di non potercela fare… ma alla fine, proprio quando mancavano poche ore alla chiusura del concorso… abbiamo ultimato il nostro percorso! Sapevamo di aver intrapreso una strada complicata, con un po' di anticipo rispetto a ciò che si affronta sui banchi di scuola, ma la soddisfazione per esserci riusciti ci ha ripagato di ogni fatica. Le maestre Elena 1 Elena 2 e i piccoli avventurieri di 3 B e 3C: