Progetti migliori
Scuola primaria

Andiamo al cinema

4A - 4B

Scuola primaria Via Lanciano I.C.

Vedi elaborato

Descrizione progetto:

L'infografica realizzata (inserita nell'ultima pagina del progetto) mette insieme il percorso didattico svolto dalle classi fino al 4 marzo 2020, data di chiusura forzata della scuola. A corredo del prodotto finale sono stati inseriti , attraverso link attivi, tutti i materiali prodotti ed utilizzati per dare forma all'idea creativa. Non sono presenti immagini, foto o video contenenti volti o voci riconoscibili di minorenni.

Percorso didattico:

Ricostruzione del percorso GENNAIO 2020 - LEZIONI TEORICHE “Conosciamo il censimento permanente della popolazione e dei suoi abitanti.” Gli alunni, divisi in piccoli gruppi, prendono parte all’attività di brainstorming incentrata sulla raccolta del maggior numero di informazioni riguardanti la parola “censimento”. Molti associano il termine alla festività del Natale, dato che è ancora fresco il ricordo del racconto della nascita di Gesù a Betlemme, città della Giudea, dove Maria e Giuseppe si erano recati da Nazareth per prendere parte al censimento della popolazione, voluto dall’imperatore romano. Qualcuno ricorda anche che Maria avrebbe potuto evitare il viaggio: essendo una donna non è obbligata ad accompagnare Giuseppe, dato che soltanto gli uomini, secondo l’editto di Cesare Augusto, devono recarsi nel loro paese d’origine per la registrazione. Solo pochi alunni sono al corrente del fatto che, proprio questi giorni, alcune famiglie stanno ricevendo una lettera o direttamente la visita di un rilevatore per invitarle a compilare un questionario online. Il censimento, infatti, da qualche anno è su base campionaria, ossia viene rivolto solo ad un campione rappresentativo della società italiana. Nessuno sa che la partecipazione al Censimento è un obbligo di legge e prevede sanzioni per chi non lo rispetta. Per avere maggiori informazioni, i docenti utilizzano il primo contributo su videoclip: quello in cui Pop e Davide presentano ai bambini una breve storia del Censimento e delle sue modalità organizzative. Nel corso della visione, gli alunni, raccolti in piccoli gruppi, prendono appunti, per essere pronti a rispondere alle domande del gioco a squadre, appositamente predisposto (“10 cose che [non] sai sui bambini che vivono in Italia). Gli alunni scoprono che il Censimento è: uno strumento molto antico. utilizzato fin dall’antichità per conoscersi una risorsa fondamentale per avere informazioni sulla popolazione e poter organizzare beni e servizi uno modo per definire le caratteristiche sociali e demografiche della popolazione, per confrontarle con il passato e compararle con quelle degli altri Paesi Il Censimento si svolge: annualmente su base campionaria: non sull’intera popolazione, ma invidiando un campione rappresentativo in maniera obbligatoria per il campione individuato a rispondere utilizzando un questionario online Lavorando insieme le conoscenze si sviluppano prima e meglio: per questo le modalità operative vengono riproposte anche per lo studio dei materiali messi a disposizione sulla piattaforma: scuola.censimentigiornodopogiorno.it La presenza di indagini, grafici e tabelle costituisce un momento di approfondimento matematico sull’importanza della statistica e della corretta lettura ed interpretazione dei dati, oltre che un punto cruciale nel percorso che le classi stanno portando avanti nella sperimentazione della didattica del territorio. Le risorse presenti nei materiali, infatti, vanno a convergere con altre attività che vedono gli alunni coinvolti in questo periodo: il cambiamento del tessuto urbano in relazione alla diversificazione delle attività nel tempo libero ed un progetto di cooperazione europea (Erasmus plus KA2 “C.I.A.K.”), che verte sulla conoscenza e l’evoluzione del cinema nel corso dei secoli. Il tutto prende spunto proprio dalla lettura del territorio, dato che, proprio di fronte all’ingresso della scuola, gli alunni vedono quotidianamente un grande edificio abbandonato all’incuria, che, fino a qualche decennio fa era una sala cinematografica. Alla luce delle scelte precedentemente effettuate nella definizione del curricolo delle classi, la scelta del percorso tematico sul quale andare a lavorare è stato abbastanza scontato. FEBBRAIO 2020 - DALLA TEORIA ALLA PRATICA Dopo aver dato uno sguardo d’insieme ai dati contenuti nel percorso: Utenti di cinema, musei e altri spettacoli Telespettatori e radioascoltatori Lettori di libri Pratica sportiva le attività si sono focalizzate sul primo punto, in particolare sull’argomento “cinema”, per il quale sono state presi in esame sia i repertori bibliografici proposti nel percorso tematico, sia le infografiche ISTAT. L’esame dei dati nazionali ha immediatamente solleticato l’interesse degli alunni sulla realtà locale, tuttavia, aldilà dei dati regionali non è stato possibile ricavare altro dalle fonti a disposizione. Questa situazione di apparente stallo non ha bloccato le attività…anzi ha suscitato il fiorire di proposte di azione, che hanno coinvolto diverse discipline: Lingua Italiana e Storia: interviste e ricerca di fonti per la ricostruzione storica della diffusione delle sale cinematografiche cittadine. Matematica: elaborazione di indagini e lettura dei risultati. Geografia: studio del territorio e della posizione delle sale cinematografiche cittadine Arte e immagine: riprogettazione architettonica dell’edificio antistante la scuola Tecnologia: utilizzo degli strumenti digitali per la realizzazione di video interviste, disegno digitale e creazione di infografiche. PRODOTTO FINALE: INFOGRAFICA Relazione a cura di: Enrica Polidoro