Scuola primaria

A caccia di dati: donatori in famiglia, una challenge… all'ultimo sangue!

1C

I.C. Villa Varda Brugnera

Vedi elaborato

Descrizione progetto:

L’idea creativa si colloca nel contesto di una collaborazione scuola/territorio, in occasione dei festeggiamenti per il 60o anniversario della fondazione della sezione locale della Associazione Friulana Donatori di Sangue. Essa si è concretizzata nella rilevazione della presenza di donatori di sangue nelle famiglie degli alunni della scuola Secondaria di I grado, quindi in una “Challenge della solidarietà” per le classi prime, facendo emergere la classe più “virtuosa” in termini di sensibilità in questa forma di volontariato, molto presente nella comunità di Brugnera. A ciascun alunno è stata richiesta la compilazione di una scheda di rilevazione dei donatori di sangue presenti in famiglia. La scheda era articolata in più indicatori (tra cui l’età dei donatori in famiglia, il sesso, il numero di donazioni in un anno, eccetera). Si è poi passati alla raccolta dei dati delle 12 classi della scuola per avere una panoramica completa da riportare al direttivo dell’AFDS che si era dimostrata molto interessata a conoscere tali dati. Successivamente è stata proposta una “challenge” alle quattro classi prime attribuendo un punteggio per ciascun nominativo riportato (e verificato). La classe vincitrice della challenge avrebbe poi svolto delle ore di lezione “alternative” realizzando la creazione del progetto grafico (da esporre alla mostra locale dell’AFDS) attraverso l’utilizzo della app Moduli Google finalizzata alla elaborazione e visualizzazione dei dati attraverso grafici di facile comprensione. Salendo ulteriormente di “livello”, un gruppetto di 4/5 ragazzi capaci e motivati della medesima classe avrebbe infine realizzato la “presentazione dinamica” da inviare al concorso ISTAT – il Censimento permanente sui banchi di scuola.

Percorso didattico:

Nel primo periodo del corrente anno scolastico la Scuola secondaria di I grado di Brugnera (PN) è stata coinvolta nella preparazione di un evento molto sentito nella comunità: il 60o anniversario della fondazione della sezione locale dell’Associazione Friulana Donatori Sangue previsto per il 29 marzo 2020. Con il chiaro intento di diffondere presso i ragazzi il valore del dono del sangue nell’ottica di una futura partecipazione attiva, l’associazione ha sollecitato gli insegnanti per far realizzare agli alunni degli elaborati grafici o multimediali da esporre ad una mostra concomitante l’evento. Dato lo spiccato interesse per l’analisi dei dati e la mia presenza “capillare”in ciascuna delle 12 classi della Scuola secondaria di I grado di Brugnera in qualità di insegnante di Religione, ho proposto a tutti gli alunni un’indagine per far emergere la presenza di familiari (genitori, nonni, fratelli/sorelle maggiorenni) donatori di sangue. Il progetto è continuato con le classi prime con una “Challenge della solidarietà” attribuendo un punteggio stabilito per ogni presenza. Dalla somma dei punteggi individuali, tarata in base al numero di alunni per classe, è emersa la classe vincente in termini di sensibilità verso la donazione di sangue. (A questo proposito è stato necessario introdurre una “aggiustamento” nella attribuzione del punteggio: siccome il dono del sangue è interdetto agli ultrasessantacinquenni, non si sarebbero potuti contare e valorizzare i numerosi nonni che avevano donato sangue per molti anni fino a poco prima, oscurando il valore delle associazioni di donatori che contano “iscritti” oltreché “iscritti e donatori effettivi”. Pertanto è stata introdotta la seguente variante: UN PUNTO assegnato per ciascun familiare ISCRITTO ad una associazione di donatori di Sangue, DUE PUNTI per ciascun familiare iscritto e donatore attivo).